mercoledì 31 agosto 2016

Fine estate/Buoni propositi per il futuro e recuperi(Video tutorial/Bordo baby blanket)

Come lo inizio un post che dovrebbe concludere il ciclo "resuscitiamo il blog" e contemporaneamente iniziare la fase "facciamo crescere e mettiamo in ordine il blog"? Durante le vacanze avevo immaginato che avrei tracciato, anche solo abbozzato, un minimo di programma per mettere in ordine i progetti che non vi ho ancora fatto vedere e programmare i nuovi, ma le vacanze sono buchi neri in cui il tempo scorre in modo anomalo, più  o meno è sempre lo stesso giorno della settimana e più o meno è sempre ora di mangiare, a casa di mia madre perlomeno.
Per la prima volta in vita mia ho trascorso una settimana intera al mare, in tutti gli anni passati se andavo al mare un giorno all'anno era un miracolo! Ho scoperto che il mare stanca moltissimo, specie se insegui tua figlia di 10 mesi che gattona per tutta la spiaggia tutto il giorno.
Io e il fidanzato abbiamo camminato almeno una settantina di chilometri portando a passeggio la pupattola per tutti i lidi ferraresi perché era il solo modo di tenerla buona e farla addormentare (e per schiudere uova di Pokemon... ), non sono calata di mezzo chilo e, considerando che mia madre rimpinza la gente finché non la vede rotolare via da tavola, il fatto di non avere nemmeno preso mezzo chilo lo vedo già un successo.
Mi sono portata dietro lo scialle all'uncinetto ma riuscivo a lavorarlo solo la sera e per pochissimo, poi mi ci addormentavo sopra. A proposito, non avevo ancora messo qui sul blog l'ultimo video della babyblanket, quello con la spiegazione del bordo! Imperdonabile, l'avevo postato solo su Facebook all'inizio del mese! Eccolo: 


Quindi ricapitolando: 
è l'ultimo giorno di agosto e da domani si riprende con tutte le attività del blog e social vari a pieno regime, o almeno ci provo. 
Non ho pianificato nulla per l'autunno e navigherò a vista come al solito. 
Il blog sarà schizofrenico come sempre. 
Andiamo bene...

E ora vorrei spendere qualche parola per quello che è successo in centro Italia. 
Forse non tutti se lo ricordano e la maggior parte non lo sa, io sono una terremotata (estremamente fortunata) dell'Emilia del 2012. E non ho parole per esprimere quello che ho provato quando ho saputo dell'ennesimo e ben più devastante evento sismico avvenuto. In realtà non ho altro da dire perché ogni cosa che mi viene in mente suonerebbe retorica, ovvia e banale. So come mi sono sentita io ed è comunque nulla in confronto a come si sentono gli abitanti di Amatrice e tutte le zone colpite. Spero solo in un futuro migliore. 

Quindi per ora è tutto. 
A presto!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni totali