Pagine

giovedì 23 aprile 2015

The Green House / Il perché della lunga assenza / Perchè TRE è meglio di DUE


Ciao a tutti! Oggi sono un po' in forma per cui vi spiego cosa sta succedendo. Intanto prima di Natale mi hanno rubato il portatile, dentro casa, con tutte le foto che conteneva, sia mie personali che quelle del blog. E della Green House. Brava scema, così imparo a non fare back up; per questo ultimamente le foto arrivavano direttamente dal cellulare.
Ciò nonostante, questo mi aveva buttato giù solo per qualche settimana, il tempo di trovare soluzioni alternative e andare avanti. 
Non è stato così perchè a metà febbraio ho cominciato a sentirmi poco bene, tra mal di testa e debolezze. Tranquilli, finisce bene: sono solo INCINTA.
A quanto pare, purtroppo, sono una di quelle che in gravidanza non sta affatto bene e i sintomi fastidiosi ce li ha tutti e a tutte le ore; oltretutto ho avuto un problema all'inizio della gravidanza che si è fortunatamente risolto grazie a farmaci e riposo. 
Le conseguenze di ciò sono che non faccio praticamente niente dalla sera alla mattina ed è la cosa più frustrante che mi sia mai capitata. Voi direte "Beh, un sacco di tempo per uncinettare!".
NO. Ho la nausea appena inizio a fare due punti. Ci ho provato, non sono riuscita a finire un giro. Praticamente ho la nausea dalla mattina alla sera e quasi tutto quello che mi piace fare me la fa venire. Ad esempio, tra poco pagherò le conseguenze di essere stata a scrivere questo post così lungo davanti al computer. Per un mese non ho cucinato nulla e solo da qualche giorno riesco a preparare il pranzo, a cena devono raccogliermi come uno straccio; mi guardo attorno e vedo solo lavori lasciati in sospeso, le ultime due camere da tinteggiare, i tavolini che volevo costruire con i bancali, le piastrelle da mettere per il paraschizzi in lavanderia, la libreria in muratura da rifinire, le pulizie da fare, il lavoro da trovare, poter uscire di casa. 
Sono appena entrata nel quarto mese per cui spero che questa condizione di nausea perenne passi presto, almeno uncinetto e ferri li vorrei usare! Ho delle copertine da neonato da realizzare!
Vi saluto, comincio a vederci doppio...
Un abbraccio!

mercoledì 12 novembre 2014

The Green House/L'ingresso/Carta da parati

Salve a tutti! Come state? Oggi si torna alla Green House, l'ultima volta che ve ne ho parlato è stato per farvi fare il tour della casa (se volete rinfrescarvi la memoria lo trovate qui).
Ricominciamo dai lavori all'ingresso, di seguito vedete come l'avevo lasciato settimane fa e com'è ora dopo il mio passaggio.


La lista di cose da fare relativa a questa zona si è drasticamente accorciata.
  • Rimontare la porta d'ingresso verniciata dello stesso colore delle porte scorrevoli acquistate.
  • Finire di montare le mostre (o cornici o come le chiamate voi) delle porte scorrevoli.
  • Carta da parati come accento.
  • Un mobile o una mensola per appoggiare chiavi, posta e quant'altro appena si entra.
  • L'illuminazione, qualunque cosa sceglieremo la faremo uguale per il corridoio della zona notte, pensavamo a faretti su binario ma forse bolle in pentola qualcosa di un po' diverso tipo questo.

lunedì 22 settembre 2014

Cassettiera Vintage/Prima e dopo/La Pastaia


Ciao a tutti! Come state? Al solito faccio passare troppo tempo tra un post e l'altro, considerando poi che questo progetto l'ho finito ormai da un po' di tempo. Se mi seguite sulla pagina facebook lo avrete già visto e digerito e ormai dimenticato, comunque adesso ci sono: eccomi qui di nuovo! Passata bene l'estate? Suvvia, non dite anche voi "Ma quale estate?" solo perchè ha piovuto praticamente in continuazione, ci sono anche state delle splendide giornate di sole e mare e io sono riuscita addirittura ad abbronzarmi! Certo, il mio colore da abbronzata è lo stesso che hanno normalmente le persone quando non sono abbronzate, ma non importa!

mercoledì 23 luglio 2014

The Green House/La storia fino a qui/Tour della casa

Bentornati a tutti! Come state? Oggi farò una cosa che vedo sempre fare sui blog americani: il Tour della casa! Non siete emozionatissimi? Suvvia, siete fortunati che vi ho voluto bene e ho fatto una solo foto per ambiente, a parte rarissimi casi.
Per le puntate precedenti della Green House:
Praticamente l'ultimo aggiornamento consistente è stata la seconda parte del makeover del Bagno Blu, a settembre del 2013, ben dieci mesi fa. Ho fatto altri due piccoli aggiornamenti per informarvi dell'avvenuto piastrellamento dei pavimenti e dei progressi nel tinteggiare la cucina. E basta, a meno che non mi seguiate su facebook, in ogni modo ora posso fare un aggiornamento consistente. 
L'impianto elettrico, l'impianto idraulico, i pavimenti sono stati tutti realizzati ex novo poichè o non c'erano (vedi pavimenti) o erano vecchi e incompleti (gli impianti). Tutte le finestre hanno vetri nuovi, termici, e sono state verniciate. Quindi non vi farò notare che, di cambiamento, in ogni stanza c'è almeno il pavimento posato e le finestre bianche.
Le piastrelle sono di gres porcellanato, la serie Ferro della Ceramica Sant'Agostino nei colori: Ferro Black (formati: 30X60, 15X60 e mosaico su rete) per la zona giorno e il corridoio della zona notte; Ferro Corten (formato 30X60) per le stanze della zona notte; Ferro Grey (formato: 15X60) per la cucina (oltre a un po' di mosaico Black )

L'ingresso



Originariamente la zona giorno era ancora più grande e aperta, noi abbiamo deciso di chiudere una parte e ricavarne due stanze: lavanderia a sinistra e zona studio a destra, entrambe dotate di porta scorrevole. Il telaio per entrambe le porte è uno solo, il telaio Unilaterale dell'Eclisse. Adoro com'è venuto questo spazio! Cosa manca:
  • Rimontare la porta d'ingresso che ho verniciato dello stesso colore delle porte scorrevoli acquistate.
  • Finire di montare le mostre (o cornici o come le chiamate voi) delle porte scorrevoli (aspettiamo gli operai per questo).
  • Carta da parati come accento, un effetto così non sarebbe male (ma senza tutta quella roba classica).
  • Un mobile o una mensola per appoggiare chiavi, posta e quant'altro appena si entra.
  • L'illuminazione, qualunque cosa sceglieremo la faremo uguale per il corridoio della zona notte, pensavamo a faretti su binario ma forse bolle in pentola qualcosa di un po' diverso tipo questo.

lunedì 7 luglio 2014

La Casa al Mare/La camera dei Pini

Ciao a tutti, come state? Iniziata bene la settimana?
Continuo a mostrarvi altre stanze della casa al mare, stavolta vi sottopongo una delle camere più "povere" e anonime di tutto l'appartamento. Questa camera da letto si trova al primo piano accanto a quella padronale e la prima volta che l'ho vista sono rimasta colpita da quanto fosse insignificante e dall'accozzaglia di elementi diversi. In più, avendo la finestra a ovest, era ed è buia per la maggior parte del giorno e l'unico momento in cui è ben illuminata è nel tardo pomeriggio e per poco più di un'ora.


Al momento di sistemarla si è pensato di riservarla alla famiglia di mio fratello, quindi oltre a un letto matrimoniale si è dovuto inserire anche un lettino per la mia nipotina di due anni.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Visualizzazioni totali